Monthly Archives: marzo 2016

Scelta scrutatori: no al sorteggio e scelte nominali da parte della maggioranza. Il M5S rimane coerente!

Ieri si è tenuta la commissione elettorale per la scelta degli scrutatori in vista del referendum del 17 aprile. La commissione era composta dai consiglieri di maggioranza Sunseri (Futura Termini) e Urbano (PD) e di minoranza Sinatra (Movimento 5 Stelle) e dall’assessore Cecchetti come delegato del Sindaco.
In data 18 marzo avevo protocollato agli uffici ed agli altri membri della commissione la richiesta affinché si utilizzasse il metodo del sorteggio degli scrutatori iscritti all’albo, al fine di massima trasparenza e come garanzia d’imparzialità. Ovviamente, come prevedibile, gli altri due membri della commissione e il delegato del sindaco hanno preferito utilizzare il metodo della nomina diretta e si sono presentati con i loro elenchi già pronti. Io, imperterrita, ho preferito sorteggiare i numeri corrispondenti ai nominativi. Ho sorteggiato studenti , casalinghe, operai , disoccupati ed impiegati ma nessuno dei miei “nominativi sorteggiati “ è stato valutato e votato dai membri della maggioranza, eccetto uno che è passato solo per un mero errore dovuto alla distrazione di uno di loro. Ringrazio gli uffici per avere preparato quasi 3000 biglietti. Se si fosse scelto di sorteggiare gli scrutatori, avremmo concluso le operazioni in meno di un’ora ed invece avendo preferito il metodo nominale con relativa votazione abbiamo impiegato più di tre ore . Quello a cui ho assistito ieri pomeriggio, sebbene la legge lo consenta , è ciò che di più lontano c’è dal concetto di imparzialità. In molti altri comuni si è provveduto al sorteggio e se anche si sono favorite le categorie deboli, si è sempre provveduto per tempo a far si che i cittadini disoccupati o con isee basso, fornissero relativa documentazione per procedere poi comunque ad un sorteggio per categorie. A Termini Imerese invece rimane solido il vecchio sistema che rafforza inevitabilmente il legame tra consigliere e nominato.

Manuela Sinatra

12671917_10208493570124081_6365161446310112241_o-3

Scelta scrutatori: protocollata richiesta per il sorteggio

In vista del prossimo referendum del 17 aprile ( No Trivelle), in coerenza con quanto già richiesto durante le scorse amministrative, il portavoce in Consiglio Comunale Manuela Sinatra, membro della commissione elettorale, ha protocollato la formale richiesta agli altri consiglieri membri di maggioranza Urbano (PD) e Sunseri (Futura Termini) affinchè si utilizzi il metodo del sorteggio per la scelta degli scrutatori.

Di seguito il testo della nota.

Ai membri della Commissione elettorale Sig .Urbano e Ing. D.Sunseri

Al Segretario Generale Dott. S. Piraino

Agli uffici competenti Del Comune di Termini Imerese

Oggetto :richiesta di sorteggio per gli scrutatori del Referendum Abrogativo del 17 Aprile 2017

Vista la convocazione della commissione elettorale in data 24 Marzo 2016 presso l’ufficio elettorale per la nomina degli scrutatori per il referendum del 17 aprile 2016

Vista la discrezionalità che la normativa vigente concede, nella formazione delle graduatorie, tra i cittadini che hanno espresso la propria disponibilità nell’apposito albo.

CHIEDE

ai colleghi componenti della commissione elettorale ai sensi dall’art. 6 della legge n. 95 dell’8 marzo 1989, come sostituito dall’art. 9, comma 4, della legge 21 dicembre 2005, n. 270 , ulteriormente modificato dalla legge n. 22 del 27 gennaio 2006, di utilizzare il metodo del sorteggio per la scelta degli scrutatori tra coloro che hanno fatto apposita richiesta di iscrizione alle liste al fine di garantire la massima indipendenza degli scrutatori e la massima trasparenza.

 

FIRMA

Manuela Sinatra

12278909_966898570023558_5045202636474538603_n

Il M5S lancia la proposta di un referendum consultivo per la riconversione turistica della “fase 2” dell’agglomerato industriale!

I portavoce del Movimento 5 Stelle di Termini Imerese hanno inoltrato ai Signori Consiglieri Comunali una proposta di adesione ad un referendum consultivo per interrogare la cittadinanza sulla volontà di riconversione turistica della “fase 2” dell’agglomerato industriale di Termini Imerese.
“È giunta l’ora di permettere alla cittadinanza di potersi esprimere sulla possibilità di vedere il territorio in modo differente. Al prossimo evento referendario “NO TRIVELLE” (previsto per il giorno 17 Aprile) potrebbe essere accorpato il referendum consultivo proposto da 2/3 dei componenti del Consiglio Comunale, con notevole risparmio per le casse comunali ed il raggiungimento dell’obiettivo della necessaria consultazione popolare” commenta la portavoce Manuela Sinatra.
“La proposta referendaria sarà utile per appurare definitivamente quali sfide questa e le future Amministrazioni sapranno e dovranno intraprendere per far fronte alle esigenze della cittadinanza, favorendo le capacità imprenditoriali che vorranno investire in modo eco-sostenibile nella nostra comunità” afferma il portavoce Luca Salemi.
Il M5S adesso attende l’adesione alla proposta da parte dei restanti 18 Consiglieri Comunali, e lancia l’appello “#‎firmaqui‬

In allegato la proposta

proposta-referendaria

12278909_966898570023558_5045202636474538603_n