Monthly Archives: gennaio 2016

Sala La Barbera: il M5S presenta interrogazione a risposta scritta

Dopo la vicenda del Museo utilizzato come sala banchetti, un altro caso di mala gestio da parte dell’Amministrazione colpisce uno dei beni culturali per eccellenza della nostra città: la Sala LA Barbera, affrescata dall’illustre termitano nel 1610. Da mesi il Movimento segue la vicenda ed ha più volte, in tutte le sedi opportune, invitato l’amministrazione a trovare una giusta collocazione degli uffici della scuola CIPIA. Fino ad oggi, sebbene gli assessori in più contesti abbiano dato ragione al portavoce Sinatra che ha sollevato la questione sia in quarta commissione che al consiglio comunale, la situazione rimane invariata. “Credo – dice Manuela Sinatra – che questo sia un ‘ennesimo sfregio alla comunità termitana. Fermo restando che un’ istituzione scolastica come la Cipia arricchisce il panorama culturale cittadino e va quindi accolta, non si spiega come mai da mesi non si sia riusciti a trovare una collocazione degna a degli uffici amministrativi. La sala La Barbera, fiore all’occhiello della nostra città, viene mortificata nel suo essere e  la presenza al suo interno  del CIPIA ne limita la fruizione turistica. Il Sindaco, invece di valorizzare un bene cittadino, decide con noncuranza  di assegnarlo come se fosse casa sua a degli uffici di segreteria di una scuola. “

Di seguito il testo dell’interrogazione

Al Sig Sindaco Dott. Salvatore Burrafato

Al Presidente del Consiglio Dott.ssa Angela Campagna

All’intera giunta comnale

e.p.c.

Al Segretario Generale Dott. Sebastiano Piraino

 

 

Oggetto:    Interrogazione scritta a risposta urgente da discutere al prossimo Consiglio Comunale avente ad oggetto la “Sala La Barbera”

 

PREMESSO CHE

– in data 6/11 /2015 codesto Movimento ha inoltrato una richiesta formale a questa Amministrazione di cui si riporta il testo integrale :

 

“Dal Da più di un mese gli uffici del CPIA – scuola istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione per offrire ai cittadini italiani e stranieri l’opportunità di completare l’obbligo scolastico – a cui  era stato destinato  il  plesso scolastico “G. Mulè” della nostra città sono invece stati allocati  nella “Sala La Barbera” del Municipio.

Detta sala  non è certamente atta ad ospitare uffici et similia poichè al suo interno si trovano, come è noto, sia il ciclo degli affreschi dell’illustre pittore La Barbera, che viene regolarmente  visitato dai turisti in quanto eccellenza dei beni culturali cittadini, sia  per la presenza di due postazioni internet per gli utenti.  

La Sala La Barbera, inoltre,  è da sempre la sala di rappresentanza delle istituzioni comunali e non può certamente essere adibita in pianta stabile  ad ufficio amministrativo o ad altre attività correlate concedendola a soggetti  o istituzioni estranee alle funzioni cui è prettamente votata. Per di più  al CPIA è stata concessa anche la stanza attigua alla sala e l’utilizzo della fotocopiatrice.

 

Considerato che

 

-il vociare dei dipendenti CPIA e lo spostamento dei p.c. dalle loro postazioni ne  impediscono la normale fruizione  da parte dell’utenza;

  

- l’immagine della Sala viene svilita dall’uso improprio cui è stata adibita;

 

- l’approccio con il visitatore risulta notevolmente compromesso;

 

- la disponibilità della Sala viene concessa, invece,  ad organismi estranei alle attività istituzionali;

 

Invitano

 

le SS.LL. a voler disporre lo spostamento dei suddetti  “uffici” in altri locali più idonei che come si legge dalla premessa erano già stati individuati nel plesso scolastico Mulè sito in via Roma.  “

 

– il 25 novembre u.s. durante la seduta della IV commissione l’assessore Cecchetti  interrogato in merito alla vicenda (v. da verbale  n. 17/15) ha  dichiarato che:  il Sindaco aveva dato disposizione per l’utilizzo di una stanza adiacente la Sala La Barbera e un’altra stanza più grande per eventuali riunioni; ma la Direttrice del CIPIA non le ha trovate adeguate. Inoltre in quella sede l’assessore Cecchetti aveva assicurato che al più presto avrebbe inviato una risposta alla nota del il Movimento 5 Stelle.

– tale nota non è mai stata recapitata al gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle;

– il consigliere Sinatra ha interrogato nuovamente l’Amministrazione in merito all’utilizzo della citata sala durante la fase delle  comunicazioni del consiglio comunale del 2 Dicembre 2015;

– l’Assessore Battaglia, durante il sopracitato consiglio comunale,  convenendo sulla incompatibilità della sede amministrativa di una scuola all’interno della Sala la Barbera, ha comunicato che a breve sarebbe stata disponibile una sistemazione presso il plesso scolastico Paolo Balsamo;

– alla data odierna nulla è cambiato e che i disagi in merito alla fruizione turistica del bene sono peggiorati;

– l’immagine della città e della Sala viene continuamente mortificata dal vociare dei dipendenti della scuola che stazionano all’interno.

 

Tutto ciò premesso, i consiglieri comunali del M5S Termini Imerese chiedono al Sindaco e agli Assessori Competenti

 

  1. Se e come questa Amministrazione ha operato per porre rimedio a questa grave situazione che si protrae  ormai da mesi  e che non solo inibisce la fruizione turistica del bene ma che impedisce anche ai cittadini l’utilizzo delle postazioni web che si trovano all’interno della stessa sala;

 

  1. Perché non si è ancora provveduto al trasferimento del CIPIA nei locali assegnati;

 

  1. Quando avverrà il suddetto trasferimento;

 

Infine, si richiede copia di tutti gli atti relativi ai permessi e all’utilizzo della suddetta Sala da parte dell’Amministrazione nei confronti del CIPIA.

 

Termini Imerese 23/01/ 2016                                     Il gruppo consiliare del Movimento 5 stelle

 

Antonio Luca Salemi  Manuela Sinatra

 

 

logo_movimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emergenza scuole: M5S presenta interrogazione da discutere al prossimo Consiglio

Dopo aver ricevuto tantissime segnalazioni da parte di genitori contrariati per la mancanza di manutenzione agli impianti di riscaldamento delle scuole Gardenia e Pirandello, i nostri Portavoce Sinatra e Salemi questa mattina hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta da discutere al prossimo consiglio comunale.

“Il Sindaco di Termini Imerese si accorge che è inverno e comunica tramite il suo profilo FB  che d’inverno fa freddo e che le caldaie di alcune scuole (lui ne segnala 2) non funzionano a causa della  tardiva manutenzione – dice Manuela Sinatra - e come soluzione al problema non trova di meglio che  invitare i genitori a coprire per bene i propri figli!  Con la nostra interrogazione cercheremo di venire a capo del problema. Ovviamente provvedere alla manutenzione delle caldaie nei mesi estivi sarebbe stato fin troppo semplice”.

“Visto che si avvicina il carnevale, suggerisco di vestire i bambini da orsetti!-  aggiunge Luca Salemi – Ancora una volta questa amministrazione dimostra la sua inadeguatezza. Non c’è da aggiungere altro”.

Di seguito il testo dell’interrogazione

Al Sig. Sindaco Dott. Salvatore Burrafato

All’ Ass. Dott.ssa Donatella Battaglia

e p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale Dott.ssa Angela Campagna

 

 

Interrogazione a risposta scritta ed urgente da discutere al prossimo Consiglio Comunale.

 

Oggetto: Impianti di riscaldamento scuole della città

I Consiglieri Comunali Antonio Luca Salemi e Manuela Sinatra del Movimento 5 Stelle Termini Imerese

PREMESSO CHE

 

  • in data 17 gennaio 2016, il Sindaco ha informato tramite social network che le caldaie delle scuole Gardenia e Pirandello non erano funzionanti e neccessitavano rispettivamente, della sostituzione della scheda la prima e della sostituzione totale la seconda. Inoltre, la comunicazione del Sindaco, evidenziava che nel vecchio plesso della Gardenia vi sarebbero serie difficoltà di carattere tecnico  per la dismissione dell’impianto vecchio e la collocazione del nuovo;
  • in merito al mancato funzionamento degli impianti di cui sopra, i sottoscritti consiglieri hanno ricevuto diverse lamentele e segnalazioni da parte dei genitori degli alunni che frequentano le suddette scuole ed addirittura, alcuni di essi, a causa delle basse temperature di questi giorni, hanno deciso di non mandare i propri figli a scuola;
  • ad avviso degli scriventi non sono tollerabili inefficienze da parte dell’amministrazione che si riflettono su soggetti particolarmente sensibili, quali i bambini;

 

CONSIDERATO CHE

 

  • bisogna tutelare il diritto allo studio dei minori ai quali deve essere sempre garantito il normale svolgimento delle lezioni;
  • la salvaguardia della salute dei bambini deve essere considerata di importanza primaria e pertanto è necessario garantire nelle strutture scolastiche una temperatura di almeno 20 gradi e mai inferiore ai 18 come stabilito dal D. M. 18 /12/1975 sull’edilizia scolastica;
  • non è la prima volta, che si verificano malfunzionamenti degli impianti di riscaldamento nelle scuole cittadine;
  • che alle lamentele relative ai plessi sopracitati si sono aggiunte segnalazioni anche da parte dei genitori degli alunni della scuola San Francesco di Paola e San Francesco D’assisi che evidenziano gli stessi disagi.
  • che in conseguenza delle disposizioni del D.P.R. n.74/2013 è obbligatorio per gli impianti termici effettuare i controlli e le manutenzioni

 

Tutto ciò premesso i consiglieri comunali del M5S Termini Imerese chiedono al Sindaco e all’Assessore Competente

 

  1. quali interventi immediati intendano adottare per riportare alla normalità la situazione nelle scuole sopra richiamate e in particolare se sia prevista la sostituzione degli impianti ormai mal funzionanti con stufe a norma di legge e l’acquisto di paraspifferi per le scuole che hanno infissi ormai obsoleti;
  2. se l’amministrazione stia organizzando la manutenzione o la sostituzione degli impianti di riscaldamento nelle altre scuole non oggetto di segnalazione al fine di evitare il ripetersi di tali situazioni;
  3. se i controlli e le manutenzioni previsti nei libretti di impianto siano stati regolarmente effettuati ai sensi della normativa vigente.

 

Termini Imerese    18/ 01/2016

 

I consiglieri

Antonio Luca Salemi  Manuela Sinatra

 

logo_movimento