Monthly Archives: agosto 2015

M5S richiede chiarimenti in merito alla Festa del Mare

Relativamente alla prossima Festa del mare rendiamo noto che, con nota inviata a mezzo pec dal portavoce Luca Salemi, abbiamo chiesto alcuni chiarimenti in merito alle determinazioni nn. 1301 e 1302 del 20/08/2015. Riteniamo infatti che, data l’eterogeneità dei servizi/forniture richieste, sarebbe stato più opportuna una suddivisione in lotti funzionali, mentre al contrario l’accorpamento in unico lotto limita i principi della libera concorrenza, nonché la possibilità di ottenere un ribasso superiore.Inoltre, gli importi impegnati per le singole voci, in entrambe le determinazioni, appaiono spropositati rispetto ad un evento di 3 giorni, aldilà dei servizi di pubblicità da svolgere nel mese di Settembre. Ovviamente siamo ben lieti che Termini Imerese possa organizzare  l’evento, ma ricordiamo che, pur essendo finanziamenti Ministeriali, sono pur sempre soldi dei cittadini quelli da utilizzare.

Di seguito il testo della nota inviata al Dirigente del V settore

 

Al Gentile Dirigente 5° Settore  del Comune di Termini Imerese,

con riferimento alle determinazioni in oggetto, derivanti dal finanziamento al Comune di Termini Imerese di complessive €. 491.001,00  da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (riferimento delibera di Giunta n. 128 del 12/08/2015) vorrei ricevere alcuni chiarimenti, nella qualità di Consigliere Comunale del Movimento 5 Stelle ed esclusivamente per le funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo:

1) Determinazione n. 1301 del 20/08/2015 (Fornitura e posa in opera di allestimenti vari per la realizzazione della manifestazione della “Festa del Mare” del 13,19,20 Settembre, €.199.000,00):

visionando il Capitolato allegato alla determinazione, si rileva l’eterogeneità dei servizi/forniture/opere richieste (realizzazione e posa in opera di stand, allestimento area palco, allestimento area ristorante, servizio catering, allestimento area intrattenimento, coordinamento generale dell’organizzazione con presenza, quindi, di personale dell’unica ditta che sarà aggiudicataria).

L’eterogeneità sopra richiamata avrebbe imposto la suddivisione degli aspetti differenti dell’appalto in “lotti funzionali”, così come previsto dall’art. 2, comma 1-bis del D.Lgs 163/2006, al fine di permettere la massima partecipazione a più operatori economici, a meno che nella determina a contrarre le Stazioni Appaltanti indichino le motivazioni circa la mancata suddivisione dell’appalto in lotti. Non si rilevano, nella determina, i motivi di accorpamento in unico lotto.

Vorrei conoscere le motivazioni della mancata suddivisione in lotti funzionali, che limita i principi della libera concorrenza, nonché la possibilità di ottenere un ribasso superiore.

2) Determinazione n. 1302 del 20/08/2015  (servizio comunicazione relativo alla manifestazione della “Festa del Mare” del 13, 19 e 20 Settembre, €. 184.000,00):

visionando il Capitolato allegato alla determinazione, si rileva, anche qui, l’eterogeneità dei servizi/forniture richieste (non solo realizzazione e fornitura di strumenti di comunicazione, ma anche organizzazione e coordinamento dell’area show cooking, coinvolgimento di n. 3 chef, n. 1 presentatore di fama nazionale e 3 artisti)

Non si rilevano, nella determina, i motivi di accorpamento in unico lotto dei suddetti differenti aspetti.

Vorrei conoscere, anche in questo caso, le motivazioni della mancata suddivisione in lotti funzionali, che limita i principi della libera concorrenza, nonché la possibilità di ottenere un ribasso superiore.

Inoltre, gli importi impegnati per le singole voci, in entrambe le determinazioni, appaiono spropositati rispetto ad un evento di 3 giorni, aldilà dei servizi di pubblicità da svolgere nel mese di Settembre.

Si ricorda che, pur essendo finanziamenti Ministeriali, sono pur sempre soldi dei cittadini.

Chiedo una estrema accortezza nel definire ciò che davvero serve ad organizzare l’evento ed evitare probabili sprechi di risorse pubbliche.

Resto in attesa di riscontro.

Cordialmente,

Antonio Luca Salemi

Consigliere Comunale del Movimento5Stelle Termini

logo_movimento

 

Teatro all’aperto Belvedere: protocollata nota al Comune!!

Relativamente al teatro all’aperto Belvedere, questa mattina i nostri portavoce Manuela Sinatra e Luca Salemi  hanno protocollato una nota ( n. prot. 34485 del 28 agosto 2015) nella quale rendiamo note al Sindaco e al Dirigente del IV settore le ulteriori criticità relative alla concessione della suddetta area pubblica e che avremmo inserito nella nostra interrogazione dopo l’accesso agli atti del 6 agosto ultimo scorso. Il nostro intento è quello di permettere all’Amministrazione di adottare i provvedimenti conseguenziali nelle sedi che riterrà più opportune.

Di seguito il testo della nota:

 

Al Sig Sindaco Dott. Salvatore Burrafato

Al Dirigente IV Settore Dott. Antonio Calandriello

e p.c.

Al Responsabile del procedimento Sig.Ra Giula Crivello

 

Oggetto : REVOCA CONCESSIONE IN USO AREA COMUNALE E RELATIVE PERTINENZE DENOMINATA “TEATRO ALL’APERTO BELVEDERE” – DITTA PLANET HOLLYWOOD

I consiglieri comunali Manuela Sinatra e Luca Salemi del Movimento 5 Stelle Termini Imerese , a seguito dei numerosi accesi agli atti amministrativi eseguiti nelle ultime settimane, di cui l’ultimo in data 6 agosto u.s., espongono quanto segue.

Premesso che

  1. con determinazione dirigenziale N. Generale 1314 del 25/08/2015 N. Settoriale 95 del 19/08/2015 è stata revocata, ai sensi dell’art. 2, comma 2, del contratto Rep. n. 10479 del 16/07/2007 reg.to a Termini Imerese il 27/07/2007 e successivo addendum Rep. n.10684 del 11/03/2010 reg.to a Termini imerese il 22/03/2010 nonché ai sensi dell’art. 20, comma 3, del vigente Regolamento Comunale “sui beni pubblici e per la disciplina delle concessioni di immobili a terzi”, la concessione in uso dell’area comunale denominata “Teatro all’aperto Belvedere” con tutte le sue pertinenze ed attinenze, al Sig. Gianfilippo Salvatore, nella qualità di titolare firmatario della Ditta individuale Planet Hollywood di Gianfilippo Salvatore, con sede a Termini Imerese Via Stesicoro n.83 P.I. 05605720828;
  2. la suddetta revoca trae origine dal mancato versamento dei canoni dovuti e non versati relativi al periodo giugno 2011 – agosto 2015 per un importo complessivo di € 30.684,95 oltre interessi di mora e legali;
  3. da un esame eseguito in base alla documentazione in nostro possesso, emergono relativamente alla concessione di cui al punto 1, ulteriori criticità che si intende sottoporre all’Amministrazione comunale al fine di permettere a quest’ultima di adottare i provvedimenti conseguenziali nelle sedi che riterrà più opportune.
  4. In particolare si rileva che:
  5. la concessione in uso dell’area comunale denominata “Teatro all’aperto Belvedere” giusta contratto Rep. n. 10479 del 16/07/2007 reg.to a Termini Imerese il 27/07/2007, prevede una durata di anni 15 a decorrere dalla data di stipula del contratto. A nostro avviso detto atto è illegittimo in quanto contravviene a quanto previsto dall’art. 14 comma 4 del Regolamento Comunale sui beni pubblici e per la disciplina delle concessioni di immobili a terzi, il quale prevede che la concessione debba avere una durata massima di 9 anni, revocabile con preavviso di 6 mesi per sopravvenuti interessi dell’Amministrazione Comunale.
  6. nel successivo addendum Rep. n.10684 del 11/03/2010 reg.to a Termini imerese il 22/03/2010 – pag. 5, riga 2, vi è il divieto di installazione nel bene comunale di strutture per l’attività di ristorazione e si prevede che possa essere eseguita la sola di  possibilità somministrazione di pasti preparati altrove (rectius fuori dal luogo oggetto della concessione) da ditte autorizzate a svolgere tale servizio. Considerato che sono state installate delle cucine e che all’interno dello spazio concesso viene notoriamente svolta, tra le altre, anche l’attività di ristorazione, si ritiene che vi sia una violazione del  Regolamento Comunale sui beni pubblici e per la disciplina delle concessioni di immobili a terzi che prevede, all’art.20, comma 1, lett. h,  il divieto di destinare il bene pubblico concesso ad uso non autorizzato dal Comune. Detta violazione, ad avviso degli scriventi, legittima l’amministrazione allo scioglimento del rapporto concessorio.

Tanto si deve per opportuna conoscenza e per i provvedimenti che l’Amministrazione riterrà opportuno adottare.

Termini Imerese  28 agosto 2015

I consiglieri

Dott.ssa Manuela Sinatra

Dott. Antonio Luca Salemi

kalos 1

kalos 2

Vittoria a 5 Stelle – Condominio via Calcedonio Geraci approvato il progetto!

Case popolari di Via Calcedonio Geraci: La Giunta Comunale, con delibera del 27 agosto 2015, n. 133, ha approvato il progetto per la realizzazione dei lavori di straordinaria manutenzione!!!

Come ricorderete dal mese di luglio il movimento termitano sta monitorando la situazione di degrado strutturale e igienico/ sanitario in cui versano le palazzine site in via Calcedonio Geraci. I nostri portavoce Manuela Sinatra e Luca Salemi, accompagnati anche da diversi attivisti, hanno incontrato nel mese di luglio i residenti ed eseguito alcuni sopralluoghi. Inoltre il 4 agosto i nostri portavoce avevano inoltrato a tutti i componenti del Consiglio comunale una nota con la quale hanno richiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario e che alla stessa hanno risposto solamente i consiglieri Merlino, Taravella, Raimondi. Successivamente alla loro nota è stata convocata una commissione per il prossimo 2 settembre.
Ebbene è di oggi la notizia che il Comune, palesemente pungolato dal Movimento, ha approvato con delibera del 27 agosto scorso n. 133/15 il progetto per la realizzazione dei lavori di straordinaria manutenzione avente ad oggetto la copertura e gli scantinati degli alloggi delle case popolari per l’importo di € 102.900,19, Iva compresa .
Questa sera saremo in via Calcedonia Geraci per un incontro con i residenti dalle ore 21 e 30. Vi aspettiamo.

logo_movimento

Ritrovamento chiesa bizantina: Il sindaco non può escludere le forze di opposizione!

In merito al rinvenimento della chiesa Bizantina, apprendiamo a mezzo stampa che il Sindaco chiederà alle forze consiliari di maggioranza di istituire una apposita commissione. Premesso che già la V commissione sarebbe la sede istituzionale più opportuna per affrontare la situazione e capire l’iter che ha portato all’esecuzione dei lavori senza avere prima contezza dello stato dei luoghi, ci chiediamo il perchè il sindaco decida a priori di consultare le sole forze di maggioranza! Vorremmo ricordare al primo cittadino che avere una “maggioranza bulgara” in consiglio non significa scavalcare l’opinione dell’opposizione su problemi che riguardano l’intera comunità. Ci chiediamo poi se nella maggioranza includa anche il PD termitano che a mezzo stampa si allontana dall’attuale amministratore ma che poi su Twitter o altri social network si danno man forte! Sul punto Il nostro Luca Salemi dichiara” Come al solito il sindaco sulla questione utilizza il metodo Scajola del “non sapevo”, mettendo subito le mani avanti e dicendo che i lavori sono stati approvati prima del suo mandato del 2009. E in questi ultimi 6 anni non ha governato lui la città?? dove era??? “ Manuela Sinatra aggiunge : “Evidentemente il sindaco non ha memoria dei regolamenti comunali che prevedono che le eventuali commissioni d’inchiesta annoverino tra i componenti anche i consiglieri dell’opposizione, ai quali tra l’altro deve anche essere assegnata la presidenza della commissione stessa. Inoltre, essendo quella del cimitero una zona archeologica, era a dir poco impossibile non rinvenire altre strutture funerarie, essendo gia’ presente una tomba di epoca romana; in attesa di visionare i documenti, posso quindi dire che sarebbe stato necessaria una vera e proprio campagna di scavo preventiva in tutta la zona interessata”.

 

logo_movimento

Case popolari di Via Geraci: il M5S chiede convocazione straordinaria del Consiglio Comunale.

 Il Movimento 5 Stelle di Termini Imerese da diverse settimane sta monitorando la situazione di degrado strutturale e igienico/ sanitario in cui versano le palazzine site in via Calcedonio Geraci. I nostri portavoce Manuela Sinatra e Luca Salemi, accompagnati anche da diversi attivisti, hanno incontrato nel mese di luglio i residenti ed eseguito alcuni sopralluoghi. Successivamente, con nota del 4 agosto u.s. , il Movimento termitano, tramite il proprio portavoce Luca Salemi ha inviato la seguente email a tutti i colleghi Consiglieri Comunali di Termini Imerese:
“Gentili colleghi,
a seguito di un sopralluogo effettuato nel quartiere delle case popolari di via Calcedonio Geraci, in data 14/07/2015, da me a dalla collega Manuela Sinatra, abbiamo rilevato le condizioni di degrado in cui versano alcune delle palazzine che ne fanno parte, nonché degli spazi esterni (si allegano le foto del sopralluogo, che vi invito a visionare).
Sono apparsi evidenti i rischi per la salute e l’incolumità stessa degli abitanti dovuti alle situazioni, a volte veramente critiche, che riguardano le condizioni igienico-sanitarie e di salubrità, dei luoghi visionati.
Vi chiediamo di aderire, alla nostra “Proposta convocazione consiglio straordinario”, che Vi sottoponiamo in allegato, nata dalla richiesta di assistenza (vedasi “Firme residenti”) che perviene da parte degli abitanti e non solo.
Nella nota, che verrà presentata alla Presidenza del Consiglio Comunale, in caso di Vostra adesione (serve 1/5 dei Consiglieri Comunali), si impegnerà, in Consiglio Comunale, il Sindaco:
- nell’attivare i Servizi competenti per l’effettuazione di uno o più sopralluoghi completi nel quartiere delle case popolari di via Calcedonio Geraci, alla presenza dei Consiglieri Comunali che vorranno partecipare e che dovranno essere informati delle date degli stessi sopralluoghi;
- nel ricostituire le situazioni di sicurezza ed salubrità dei luoghi (interni ed esterni, incluse le abitazioni) che, a seguito di sopralluoghi, in caso di mancato intervento, resterebbero a rischio sia per la salute pubblica che per l’incolumità degli abitanti, anche tramite l’utilizzo del “fondo di riserva” a disposizioIn Inne del Sindaco, di cui all’art. 26 del Regolamento di Contabilità, che in molte altre occasioni è stato utilizzato anche per motivazioni non emergenziali.
Essendo l’argomento ritenuto urgente ed indifferibile, Vi chiedo di darmi riscontro entro un paio di settimane.
Potrete contattare sia me che la collega Manuela Sinatra per qualsiasi chiarimento e/o per effettuare ulteriore sopralluogo e visionare insieme lo stato dei luoghi.
Grazie mille per la Vostra attenzione.
Luca Salemi
Movimento 5 Stelle Termini Imerese”
Ad oggi abbiamo ricevuto le sole adesioni dei Consiglieri Taravella, Merlino e Raimondi. Attendiamo risposte dagli altri Consiglieri.
Tuttavia, qualcosa sembrerebbe si stia muovendo grazie alle nostre sollecitazioni: siamo stati , infatti, convocati in terza commissione per il giorno 2 settembre per discutere l’argomento.
Speriamo di poter risolvere le gravi problematiche rilevate entro l’inizio della stagione invernale.
Vi terremo aggiornati.

casa casa1 casa3 casa4