Monthly Archives: aprile 2015

Acqua pubblica si , ma nel rispetto della legge!

“Errato parlare di mancata responsabilità, quando si potrebbe configurare un danno erariale !!”

Nella seduta del 15 aprile ultimo scorso, i  consiglieri comunali del movimento 5 Stelle( Sinatra e Corpora) e del Gruppo Misto (Miccichè e Gatto) hanno deliberatamente lasciato l’aula consiliare nel momento della votazione per l’accettazione del regolamento delle reti idriche della città. Ad oggi non esiste nessuna legge che autorizzi i Comuni a gestire autonomamente le reti idriche, per di più la normativa vigente europea a tema idrico impone agli stessi di consorziarsi e lo stesso decreto Sblocca – Italia prevede la gestione per ambiti.

L’approvazione del regolamento , lacunoso in alcune parti e provvisorio, per ammissione dello stesso Sindaco, significherebbe di fatto condividere la decisione presa dalla Giunta che ha previsto da parte del Comune la gestione autonoma del S.I.I. con la piena consapevolezza di non poterlo legittimamente fare e dunque, votando favorevolmente, ci si deve ritenere complici di un illecito.

Le incertezze emerse durante il dibattimento della delibera riguardano non solo le tariffe idriche che potrebbero lievitare in maniera considerevole ma anche la mancanza dei parametri di pressioni indicati nel regolamento idrico presentato in aula.

I consiglieri di minoranza sono a conoscenza delle carenze che la gestione dell’APS prima e dell’ATO poi hanno rivelato nell’erogazione del servizio e condividono il fatto che bisogna trovare una soluzione che riesca a garantire una maggiore efficienza, cosa che probabilmente con una gestione in house si potrebbe ottenere, ma non a costo di legittimare qualcosa che non è regolamentato da legge e che potrebbe, nel momento in cui la legge regionale sarà emanata, creare i presupposti per un danno erariale tale da portare il comune in sicuro stato di default. Respingiamo qualsiasi accusa di mancanza di responsabilità perché proprio il non legittimare un regolamento provvisorio e sicuramente non aderente alla realtà  – in quanto fino ad ora le reti sono state  purtroppo in mano ad APS –  è un atto responsabile di salvaguardia nei confronti della collettività in vista dei gravosi risvolti a cui la suddetta scelta potrebbe portare.

Sul punto si esprime anche il portavoce M5S  all’ARS, nonchè Presidente della Commissione Ambiente, Giampiero  Trizzino il quale dichiara: “Ci ritroviamo ancora una volta di fronte al tentativo di eludere la normativa vigente, sia a livello nazionale che europeo, che chiaramente non consente ai Comuni di gestire autonomamente le risorse idriche. Manifesto il mio pieno sostegno ai consiglieri comunali Sinatra e Corpora, le quali hanno legittimamente deciso di abbandonare l’aula consiliare al fine di evitare di rendersi complici di un grave illecito.”

logo_movimento

M5S: Interrogazione a risposta urgente scritta sui parcheggi per disabili

Le nostre portavoci Manuela Sinatra ed Eleonora Corpora  hanno protocollato una interrogazione urgente a risposta scritta da discutere al prossimo Consiglio Comunale relativa ai posti auto riservati ai disabili, con particolare riferimento alla scuola elementare Valeria e alla scuola media Tisia d’Imera.

Di seguito l’interrogazione

11080968_858951450818271_3567083781677806378_n10393729_858951424151607_9150519951462993603_n

 

TARI: Il capogruppo Eleonora Corpora chiarisce la posizione del M5S

In merito alla delibera del 16 marzo u.s. con la quale il Consiglio Comunale  ha approvato la  riscossione  a titolo di  acconto della TARI per l’anno 2015, nella misura del 50%  del valore corrisposto a titolo di TASSA SUI RIFIUTI (TARI) nell’anno solare , prevedendo due rate ( 30 aprile e 30 giugno 2015) riportiamo il pensiero della nostra Portavoce Eleonora Corpora, membro della commissione bilancio e capogruppo M5S Termini Imerese.

Al consiglio comunale del 16 marzo ci è stato chiesto di approvare una proposta di deliberazione per fare slittare deliberatamente il pagamento della prima rata della TARI da Febbraio (così come previsto da regolamento) ad Aprile e di mettere in discussione tutte le agevolazioni previste dallo stesso regolamento. Una proposta che non fa altro che mettere sempre più in luce le carenze di una amministrazione che ancora non ha approvato un consuntivo 2014, che deve, entro il termine fissato per l’approvazione del bilancio di previsione, approvare le tariffe TARI 2015 e che dunque in questa fase prevede delle rate con le tariffe deliberate per il 2014 e, cosa ancor più grave, tenta di legittimare la messa in discussione delle agevolazioni previste dal regolamento votato ed approvato in consiglio solo pochi mesi prima!!! Ci preme fare chiarezza su questo punto: tutte le agevolazioni previste per alcune categorie di cittadini comprese quelle per chi fa compostaggio domestico, che vorrei ricordare essere una vittoria del Movimento, sono tutte state corredate da pareri TECNICI POSITIVI che dovrebbero per tutti essere garanzia di fattibilità dal punto di vista contabile, finanziario e gestionale. Evidentemente così non è stato. Ovviamente, per tutta questa serie di motivi il m5s ha espresso parere contrario alla proposta che invece è stata approvata dai consiglieri di maggioranza”.

logo_movimento