Monthly Archives: febbraio 2015

Stadio Crisone in stato di totale abbandono

Da alcune settimane diversi cittadini segnalano ( purtroppo solo sui social network) lo stato di abbandono in cui versa lo stadio di calcio della nostra città. Questa mattina abbiamo fatto un sopralluogo e la situazione è davvero critica: i cancelli sono aperti e privi di lucchetto; una entrata viene “chiusa” da una transenna; chiunque può entrate nella struttura e farne ciò che vuole.

La IV commissione presieduta dal consigliere Longo non viene convocata da tempo ormai, nonostante le continue richieste. Della conferenza di servizi indetta dall’Assessore Cecchetti nessuna notizia.

Così la consigliera Sinatra commenta dopo il sopralluogo mattutino: premesso che nell’ottica del bene comune ogni cittadino è libero , anzi responsabilmente può agire in prima persona indipendentemente dal rappresentante assessore o consigliere , torno adesso da un sopralluogo allo stadio. Avevo aspettato fino ad ora perchè da circa 15 giorni aspetto la convocazione con odg “impianti sportivi” come quarta commissione , così come aspetto un verbale di una conferenza dei servizi che è stata fatta proprio in funzione della situazione di tutti gli impianti cittadini. Detto questo e con gli elementi ad oggi acquisiti il Movimento 5 Stelle si farà carico di andare a fondo alla vicenda.

Aggiunge la consigliera Corpora :Al di là delle mancanze dell’amministrazione della nostra città e dell’incuria nei confronti di strutture come quella dello stadio, penso che sia diritto e dovere di qualsiasi libero cittadino denunciare e segnalare FORMALMENTE situazioni di questo tipo perchè le sollecitazioni che spesso arrivano tramite i social network, lasciano il tempo che trovano e spesso sono solo covo di sterili discussioni che non portano a nulla di concreto. Colgo l’occasione per esortare i cittadini a fare cittadinanza ATTIVA denunciando e segnalando presso gli uffici competenti. Stamane ci siamo recati sul posto ed abbiamo verificato lo stato di abbandono della struttura; adesso ci muoveremo concretamente”

10991236_10205684757225514_8945625201795158612_n 10987651_10205684782586148_634244249379800699_n 10997352_10205684784426194_649726383831134220_n 10422043_10205684797186513_9103655941665847649_n 10930923_10205684825467220_6056103335922449362_n 11022521_10205684842867655_5065309153709366022_n

La mozione del M5S contro i termovalorizzatori votata positivamente in Consiglio Comunale. Sinatra e Corpora nelle commissioni. Vittoria!

Resoconto ultimo consiglio comunale.

All’ultimo consiglio comunale volente o nolente il movimento 5 stelle è stato protagonista. Fin dall’inizio si avverte un’atmosfera tesa, soprattutto da parte di alcuni consiglieri di maggioranza, dovuta, forse, al voto sulla commissione elettorale, da sempre molto ambita da tutti i consiglieri perché possibile bacino elettorale per i componenti stessi (vi ricordate la nostra proposta durante le ultime elezioni amministrative dello scorso maggio con la quale chiedevamo per trasparenza che fosse eseguito un sorteggio??).

Nella fase iniziale delle comunicazioni il Sindaco viene punto sul vivo sulle questioni arcinote relative al bando pubblico dei consulenti gratuiti; il PD, che dalle pagine dei giornali locali punta i piedi e tuona sul metodo e sull’opportunità di scelta , ovviamente in seduta consiliare ridimensiona il tutto. Noi , come Movimento, vi incoraggiamo a partecipare dato che l’avviso di bando è ancora aperto e dato che il Primo cittadino ha ribadito che un consulente esterno sarà scelto in base ad un congruo cv e soprattutto non avrà un impegno costante e continuo . In merito alla questione sulla potabilità dell’acqua, dopo che il consigliere Corpora ha fortemente ribadito che era necessario comunicare il contenuto della nota dell’ASP, ovvero INFORMARE I CITTADINI DELLA NON POTABILITA’, il primo cittadino ricade nuovamente nell’empasse di via Cervo che per la terza volta il consigliere Sinatra, da protagonista della vicenda, cerca di riportare all’amara realtà dei fatti ormai arcinoti , ovvero che anche in quel caso i cittadini non erano stati avvertiti e che proprio il movimento ha supplito a questa mancanza, comunicando la non potabilità dell’acqua con avvisi e il porta a porta nel quartiere interessato. Rispondendo al consigliere Miccichè sulla potabilità delle reti idriche, il primo cittadino assicura che chiederà agli uffici una relazione in merito. Nei fatti, non viene data dal Sindaco nessuna assicurazione sulla sicura potabilità dell’acqua, al contrario di quanto lo stesso afferma sulla sua pagina Facebook. Per il sindaco il problema dei giorni passati è dovuto ad una semplice mancanza di cloro.

Si passa alla prima votazione. I consiglieri del M5S non sono ovviamente rese partecipi delle trattative sui nomi (vi ricordiamo che in commissione elettorale i membri da eleggere sono 3 di cui uno di minoranza) e dunque le consigliere del M5S, fuori da qualsiasi gioco, si auto-votano. Rendiamo noto inoltre che durante la riunione settimanale del movimento, dopo il voto dell’assemblea, si era stabilito che per la commissione elettorale fosse fatto il nome del consigliere Sinatra e per quella che stabilisce i membri per l’aggiornamento degli elenchi per i giudici popolari, quello del consigliere Corpora. I moscatiani rendono noto prima del consiglio che il loro candidato per la commissione elettorale sarà il consigliere Miccichè che quindi a conti fatti dovrebbe avere 4 voti e dunque essere designato come consigliere di opposizione in commissione. Ma arriva il classico colpo di scena: allo scrutinio i conti non tornano! La presidente annuncia : Sunseri 5 voti, Urbano 5 voti, D’Amico 4, Sinatra 2 , Miccichè 2. Dichiara eletti Urbano e Sunseri e citando il regolamento comunica che a parità di voti per la minoranza viene eletto il consigliere più anziano di età, dando per scontato che Miccichè sia più anziano si fa il suo nome, ma per mera curiosità il consigliere Sinatra chiede allo stesso l’anno di nascita. Essendo la nostra portavoce più anziana del consigliere Miccichè di un anno, tra lo stupore generale in aula la nostra Consigliere viene eletta! Il malcontento da parte dei sostenitori della minoranza moscatiana non tarda a manifestarsi e delle urla si levano tra il pubblico non celando il disappunto verso coloro che hanno votato un consigliere di maggioranza, invece del candidato della loro compagine.

Da li in poi l’atmosfera si allenta, e i consiglieri di maggioranza si divertono a votare dei nomi “fuori contesto” durante l’elezione dei supplenti e così, come per l’elezione del Presidente della Repubblica, anche in consiglio comunale vengono fuori nomi come “Giuseppe Volante”, “Minasola”, “Burrafato”, tanto che il Movimento è costretto a chiedere di anticipare il voto sulla mozione sull’inceneritore. Il consigliere Sinatra illustra la mozione – ribadendo che il movimento non strumentalizza nulla, ma essendo propositivo è pronto a dare qualsiasi appoggio su temi comuni, tra i quali la salute dei cittadini – chiede una totale condivisione della stessa da parte del consiglio e della giunta. Il sindaco Burrafato appoggia in pieno la mozione e apprezza l’iniziativa del Movimento e al momento della votazione quando ci si aspetterebbe l’unanimità dei consiglieri, c’è un astenuto: il consigliere Sunseri (Futura Termini)si astiene su questa mozione. Cosa spinge un consigliere comunale ad astenersi su una mozione così importante? E’ un becero ostruzionismo perché è prodotta dal movimento o c’è altro? Fatto sta che il gruppo Futura Termini si sfalda (è notizia di ieri che Nives Fiorani non solo si è dimessa dalla presidenza della prima commissione ma ha anche abbandonato il gruppo consiliare nonostante in campagna elettorale fosse in coppia con Domenico Sunseri). Infine il Consigliere Corpora insieme a Militello viene eletto componente della Commissione Aggiornamento elenchi Giudici Popolari per le Corti d’Assisi e d’Appello.

 

logo_movimento10489933_716483308398420_2437315659721636541_n